Dittatrice del gusto

Come il sole di Settembre

Settembre, un po’ come Gennaio, è il mese dei buoni propositi. Lo affrontiamo però senza l’ansia del “Che fai a Capodanno?”.

Si torna al solito tran-tran, ma con uno spirito sempre un po’ diverso, con la voglia di rivedere cosa va e cosa non va nella propria vita e cosa fare per migliorarsi.
Settembre è il mese della fruttuosa operosità e della risolutezza immancabile. 
Nell’aria si avverte, anche un po’ di amara nostalgia per l’estate ormai andata. 
Le giornate iniziano ad accorciarsi, l’aria diventa un po’ più fresca, le città si ripopolano e i paesi si svuotano. 

E’ adesso il momento giusto per stabilire nuovi obiettivi e nuove priorità, reimpostare la routine quotidiana cercando quel giusto equilibrio fra piacere e dovere.

Io non ho stilato una vera e propria lista di buoni propositi, ma più che altro mi sono fatta delle promesse, prima fra tutte quella di smettere di rimandare di essere felice.  

Perchè, sapete, forse un po’ lo facciamo tutti presi dalla vita quotidiana, rimandiamo di fare una telefonata con un’amica, rimandiamo di leggere un buon libro, di dedicarci del tempo, di comprarci quegli stivali che tanto ci piacciono. Perchè tanto c’è tempo, perchè tanto “beh poi lo faccio”.  

E viviamo in attesa, un’attesa silenziosa e pesante che senza palesarsi ci consuma ed arriviamo stremati a fine giornata senza neanche sapere perchè. 

Allora oggi voglio dirvi questo: vanno bene i buoni propositi, voler iniziare la dieta, l’attività fisica e tutto quello che volete, ma non limitatevi a questo. Fatevi una promessa, la promessa di ascoltarvi e darvi la priorità, la promessa di vivere ora, nel presente, senza rimandare.

In fondo, il 2020 non avrebbe dovuto insegnarci proprio questo? 

Abbiamo l’oggi, non il domani.

Articolo precedente
Articolo successivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Lareginarossa
Lareginarossahttp://www.lareginarossa.com
“Voglio essere sempre bella, tanto da costringere la gente a voltarsi”. Aquario classe ‘92. Laureata in Lettere Moderne, nomade per il mondo, Social Media Manager e Dittatrice del Gusto.
384FansMi piace
6,684FollowerSegui
1,426FollowerSegui

ULTIMI POST

Taylor Swift, nuovo record: The Tortured Poets Department l’album più scaricato in un solo giorno

L'annuncio di Spotify: la popstar è diventata anche l'artista più ascoltata in un solo giorno nella storia della piattaforma di musica in streaming! Con TTPD,...

Come creare il TUO stile.

In inglese esistono due termini che esprimono perfettamente il concetto e parliamo di ''wearing'' e ''styling''. ''Wearing'' è quando ci si limita ad indossare fisicamente degli abiti, senza però dargli personalità, e quindi il nostro aspetto risulterà basic, comune e senza 'effetto wow', come mi piace dire. ''Styling'', invece, è quando a quegli stessi abiti dai una marcia in più con gioielli, accessori, infilando la maglia nel pantalone o legando la camicia in vita. Ciò che è basic diventa quindi tuo, originale, iconico.

Oscar 2024: le mie pagelle dei look sul red carpet e non solo.

Gli Oscar 2024 hanno premiato il film di Christopher Nolan come pellicola dell'anno confermando i pronostici che davano il titolo favorito con 13 nomination. Del kolossal premiati anche Cillian Murphy e Robert Downey Jr. Emma Stone è la Miglior attrice. La zona d’interesse ha battuto Io Capitano di Garrone come miglior film internazionale. Quella di Anatomia di una caduta è la Migliore sceneggiatura originale. Billie Eilish e Finneas hanno vinto l'Oscar per la Miglior canzone.